Pin It

Ignazio Cerasoli, giornalista, insegnante, nasce nel 1849 a Capestrano, e muore a Pescara nel 1930.

Impegnato per tutta la vita nella promozione e diffusione della cultura.

Trascorre la fanciullezza a Popoli, poi si recò a Sulmona ove nel 1863 fu ammesso al primo anno del corso inferiore dell'istituto tecnico al termine del quale si recò all'Aquila; qui frequentò la scuola normale.

Insegnò nei comuni di Ortona dei Marsi, Popoli e Sulmona e affiancò all'attività professionale un'intensa produzione di testi scolastici

Alla fine dell'Ottocento diresse le riviste di stampa scolastica ‚ÄúIl Corriere Scolastico‚ÄĚ e ‚ÄúGran Sasso‚ÄĚ e collabor√≤ con la rivista di Basilio Cascella ‚ÄúL'illustrazione abruzzese‚ÄĚ, su cui scrivevano come collaboratori Gabriele d'Annunzio, Antonio De Nino, Gennaro Finamore.

Fu scrittore a cavallo tra realismo e decadentismo dell'Abruzzo dell'Ottocento. Fu parte attiva nell'ambito culturale abruzzese assieme a nomi quali Basilio Cascella, Francesco Paolo Michetti e Gabriele D'Annunzio.

Principali opere furono la raccolta ‚ÄúNovelle abruzzesi‚ÄĚ e il romanzo ‚ÄúPoteva essere?‚ÄĚ.

Fu anche autore di pubblicazioni didattiche, tra cui programmi didattici e lezioni didattiche.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna